Ciccio

16/08/2017
Ciccio ci ha lasciate, il dolore è insopportabile, lo vogliamo salutare con le parole di Caterina che l’ha amato e seguito per moltissimi anni:
“Erano i giorni del 2004 quando riuscivo a regalarti qualche ora di libertà, strappandoti dalla catena e dalle botte, mi insegnavi a godere della gioia che i momenti ci danno. Mi insegnavi che il sorriso è un dono fantastico e vivevi aspettando quelle ore di libertà, e quando arrivavo da te, col cuore che scoppiava in petto, non sapevo come ti avrei trovato. E poi il paradosso: la leishmania ti ha salvato! Il tuo aguzzino, per paura della malattia si liberava di te e finalmente ti portai in salvo. Il rifugio è stato il tuo Paradiso, sei stato amato immensamente dalle Tate e riverito per la tua saggezza dai compagni. Sei andato via lasciando dei grandi insegnamenti e noi possiamo solo dirti grazie per aver fatto parte della nostra vita. I nostri occhi non ti vedranno più ma il nostro cuore sarà sempre vicino a te. Grazie di cuore a tutti voi amici che l’avete tanto amato. Il vostro dolore per la sua scomparsainonda le nostre bacheche. Grazie!”

Agosto 2017
Dopo una vita passata a subire maltrattamenti e soprusi di ogni genere, Ciccio si gode serenamente la vita del rifugio. Ha circa 16 anni, di taglia grande, è malato di leishmania ma i suoi valori epatici e renali sono fortunatamente tutti sotto controllo. I primi giorni di gennaio 2017 ci siamo accorte che Ciccio non stava bene, dopo tutte le visite e gli esami effettuati in clinica, si è arrivati a una diagnosi piuttosto seria: Sindrome di Cushing. Abbiamo iniziato subito la terapia, forza Ciccio combattiamo tutti assieme a te!!!

Trisha
Freez grande
Top